Cantina Cobelli Bastia


Vai ai contenuti

Secondi piatti di pesce

Stampa e Media > Le guide di BastiÓ

La frittura di pesce ben si accompagna a vini bianchi alcolici e sapidi, se non addirittura a vini spumanti brut. Anche un buon rosato giovane pu˛ essere un buon abbinamento. I tannini leggeri ci aiutano, infatti, a sgrassare la bocca. Assolutamnte da provare, l'abbinamento tra un fritto misto di crostacei ed uno spumante rosato.

Il pesce arrosto o al forno richiede sempre un buon vino bianco di struttura, meglio se leggermente maturi e con affinamento in barrique. Si tratta, di preparazioni dal gusto deciso, di grande struttura e molto aromatici.

Tutte queste sensazioni dovranno essere necessariamente ritrovate nel vino. Il sapore del piatto, potrebbe coprire il sapore di un vino bianco troppo leggero e giovane, cosi' come un vino eccessivamente morbido esalterebbe troppo l'amarognolo regalandoci sensazioni poco piacevoli.

Tutti i pesci cotti al vapore richiedono vini bianchi molto giovani, leggeri, molto morbidi e di scarso corpo, trattandosi di piatti molto delicati un qualsiasi altro vino sovrasterebbe il piatto col risultato che sentiremo in bocca esclusivamente il sapore del vino. Attenzione anche all'aciditÓ del vino, trattandosi di piatti scarsamente sapidi un vino troppo acido tenderebbe ad appiattire il sapore.

Per le zuppe di pesce, si tratta spesso di preparazioni ricche di sapore, strutturate, molto aromatiche e tendenzialmente grasse. Il vino che sceglieremo dovrÓ, quindi, sgrassare ma al contempo, avere un certo corpo ed un buon bouquet aromatico persistente. Vino bianchi o rosati strutturati e maturi fanno al caso nostro, ma anche un vino rosso giovane e fresco Ŕ adatto ad accompagnare il nostro piatto. Assolutamente da evitare le bollicine.

In ogni caso se sul pesce aggiungete limone a crudo, pratica che francamente sconsigliamo vivamente, per non coprire tutto il sapore del pesce, non affiancategli alcun vino. L'aciditÓ del limone non pu˛ essere bilanciata in alcun modo. Se invece usate maionese od altre salse, scegliete sempre un vino leggermente pi¨ fresco per bilanciarne la grassezza.


Tutti i pesci cotti al vapore richiedono vini bianchi molto giovani, leggeri, molto morbidi e di scarso corpo, con i piatti molto delicati un qualsiasi altro vino sovrasterebbe il piatto col risultato che sentiremo in bocca esclusivamente il sapore del vino. Attenzione anche all'aciditÓ del vino, trattandosi di piatti scarsamente sapidi un vino troppo acido tenderebbe ad appiattire il sapore.


| info@cantinacobellibastia.it

Torna ai contenuti | Torna al menu